La sapienza contemporanea

Magra sapienza del feuilleton, ridicole briciole di informazioni date in pasto al pubblico ingordo di niente frullato, presto dimenticato. Il “nuovo” è la smemoratezza e il “moderno” il déjà-vu, e quindi il “postmoderno” il post già visto, redatto sul cesso e consumato nel medesimo luogo, o mentre ci si ficca in bocca un pezzo di hamburger alla plastica fritta.

Il sapere frammentario e prosaico della cronaca-curiosità-pettegolezzo che invade ogni ambito della vita: si vada su Marte o a cagare, è la stessa cosa: merda.

Da Leopardi a Heidegger, entrambi indicano nel “si dice”, nelle “due chiacchiere”, nel pettegolio giornalistico non un passatempo antichissimo, lecito nella misura e luogo opportuni, ma la fonte stessa del sapere tutto-una minchia del niente saputo.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...