Forme

Se l’effetto adegua la causa, allora è almeno pari, ma mai maggiore della causa. Se le cose che facciamo sono sensibili, materiali, come manufatti ecc., allora le cause loro sono intellegibili, in quanto idee e cause di esse. Quindi queste sono altrettanti reali e anche maggiormente delle sensibili. Se tutto ciò che è sensibile è causato, e ciò che è causa è intellegibile, allora la realtà dell’uno adegua quella dell’altro, almeno; ma siccome ciò che è effetto non sarebbe senza causa, dobbiamo riconoscere che questa ha maggior realtà dell’altra. Quindi il mondo è reale in quanto effetto, ma la sua causa che esso adegua è veramente reale e sussistente in sé e per sé perché non corruttibile, semplice, immateriale, pur inerendo al mondo stesso. E se ciò è forma, allora la forma è eterna. Se quindi noi siamo forme, allora siamo eterni; ma se eterno è attributo di Dio, allora noi siamo Dio, e in certo modo tutto ciò che esiste, in quanto forma e sotto tale aspetto.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...